Contenuto principale

Manifesto Suclin e ciabòRaccontarsi è importante, dare voce, suono e forma alla propria esperienza è ritrovarla, è riscoprire la propria vita, è darsi un senso,un significato. Se poi questo avviene tra due generazioni che formano due piccole comunità all'interno dello stesso paese si attiva un percorso della memoria di un gruppo che si conosce all'interno della sua micro-storia.
La compagnia teatrale CODICES di Villareggia formata, tra gli altri, da molti ragazzi intorno ai 20 anni incontra gli anziani del paese nei luoghi e con gli oggetti del loro passato.
Risultato del percorso: la narrazione teatrale (il raccontarSI) e una mostra di oggetti antichi, strumenti di lavoro ormai lontani dall'uso quotidiano.

I racconti (frutto delle interviste con la popolazione anziana, nonché la più saggia “ne ho viste tante,ora è tutto diverso”) non si basano su una storia accademica ma su una storia emozionale, che tramandata di generazione in generazione ha portato alla luce eventi tra ricordi e leggende, fatti popolari e fiabe, segnate dallo scorrere del tempo contadino. Da sottolineare il grande valore quasi "terapeutico" dell'incontro tra i nostri anziani e i ragazzi dei Codices, quel filo che simbolicamente passa di mano in mano (la conoscenza, il sapere), quella memoria che raccontata e rielaborata diventa la nostra orma, il solco che lasciamo per il futuro la consapevolezza di esserci stati.

 

A rendere il tutto più ricco di sapore “le marende” quella sinòira che riporta il gusto del desinare veloce di chi lavorando tutto il giorno nei campi cercava ristoro prima dei lavori serali.
Per i bambini “pane burro e zucchero” sapori ,forse sconosciuti ai giovani di oggi ma certamente evocativi di una infanzia ormai trascorsa semplice e complicata come i passi della vita.

Sabato 6 novembre 2010, ore 18.00 presso il salone polivalente
- Spettacolo di narrazione con marenda sinoira d'epoca

Domenica 7 e 14 novembre, ore 16.00 presso la chiesa di Santa Marta
- Ecomuseo antichi mestieri e ricordi villareggesi

vai al sito internet della Compagnia Teatrale Codices